Fotografia, Viaggi
Leave a comment

Venezia / Les années de pèlerinage

alt="BiennaleArte2019"

Deglutivo la saliva lentamente per gustare il sapore di una scoperta,

ma sembra che il silenzio lascia spazio esteso nella rabbia dei momenti.

   Giacere con qualche ricordo non sembra bastare alla pelle tesa,

allora coraggio prese il tocco per renderla morbida, elastica,

per metterla nello specchio di una cornice ristretta.

    Dentro le poche persone c’era chi non danzava

nelle loro teste si dondolava il profumo delle bolle di sapone

che scivolando lavavano le vaste tazze da te.

   Non lasciare che il tuo sguardo si stagli sulle facce degli sconosciuti danzatori,

ma parti nella corsa del furore del dissapore,

e ingoia tutto ciò che può contenerti, abbracciarti, che può sanarti .

   Senza remore senza dissapori,

sale nelle viscere il sapore delle pelli ammorbidite

e imbiancate le acque rattrappite .

   Giocavi mettendo le mani attorno

a quelle che si facevano sentire come sconosciute

per destinare la testa avanti non ritraevi il percorso già compiuto

che come volevi non lo riconoscevi.

Facebook Comments
Filed under: Fotografia, Viaggi

by

"lasciate nel sole questo brillare di stelle, come libere parole donate la luce, accompagnatele dove loro vogliono andare / let the dazzling stars shine, like words, to accompany them wherever they choose to go"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *