All posts tagged: Senso

L’inaspettato movimento del corpo e della mente. Il riconoscimento dei propri sensi diventa una esplorazione estetica sensoriale che attiva un apprendimento emotivo per una “disciplina creativa”. Svolgere una relazione visiva con elementi di gusto dedicando un tempo lento che fluisca nella sorpresa, nel fare, e nel sentire.

alt="spiaggia"

Le montagne russe/ In una vorticosa passione si specchiò.

Schiumava il mare disteso sulla spiaggia come un lenzuolo di pizzo, si ritraeva l’onda lasciando che la distesa di schiuma ricoprisse la sabbia come una  rete di sale che si deformava con la sua ricaduta nell’oceano. Selba immergeva i piedi scalzi nell’acqua vaporosa di bianca schiuma e con le braccia leggermente aperte invogliava la sua gonna di voile ad innalzarsi con loro.

alt="Matisse"

Questo è un pesce/ L’arte Paleocristiana e Henri Matisse.

Raccontare la storia dell’arte appare sempre più chiaro che è un flusso continuo. Gli artisti e chi ha prodotto elementi definiti artistici, avevano la consapevolezza che nel parlare del proprio lavoro, esprimevano una profondità di contenuti che non dava tanto spazio ad altre interpretazioni. In alternanza la consapevolezza dei critici e o curatori spesso si appella nel credere di essere portatori di processi conoscitivi nell’arte.

alt="Manet"

Il limone / Édouard Manet (1832-1883)

Solitario è nella sua forma su un piatto, quasi non visibile, di piombo o di metallo su cui non risplende neanche un leggero riflesso. Il frutto occupa totalmente la forma che rilucida come una fonte luminosa e autonoma . Il piatto ovale è tagliato in modo asimmetrico non curando se la composizione perda una centralità richiesta . Non c’è ombra, solo una leggera oscurità a un lato del limone .

alt="Alhambra"

Spagna/Poesia di stili diversi

Ritrarre una terra e un luogo è opera di mille implicazioni stilistiche, anche solo un solo suono può descrivere una terra lontana come la musica che aleggia sui profili di terra, di palazzi e di onde che infrangono sulle scogliere da cui si può scorgere quell’infinito pensiero che alimenta la vita, il viaggio oltre ogni confine.

alt="Giorgione"

La Tempesta / Giorgione ( 1478-1510) I Parte

Giorgione è lo pseudonimo di Giorgio Zorzi nato a Castelfranco Veneto nel 1478 circa e morì a Venezia nel 1510. E’ ritenuto uno delle figure artistiche più enigmatiche della storia della pittura. Non firmava le sue opere, ed è di dubbia ricostruzione il suo catalogo e la determinazione dei significati iconografici di molte sue opere. Fu sulla scena artistica solo per un tempo breve, appena dieci anni, e la sua emerse come un’apparizione folgorante.