All posts tagged: Dondolandosi su fili di ragnatela

Sembra tutto scritto attraverso le parole dove la prosa, la poesia e racconti ci indicano delle tracce su cui poggiare i nostri piedi che siano nudi perché dondolarsi sui fili di ragnatela è un’arte di equilibri e trovarli è l’arte di vivere su quelle tracce che decidi vuoi e con piacere scegli.

Il mio letto è una nave / III

Parte finale dell’articolo pubblicato sulla rivista “Infanzia” novembre-dicembre 2014 dell’Università di Bologna. La forma è adattata a quel significato scelto dall’artista, quindi bisogna conoscere il contenuto prima della forma. In questo caso il contenuto racchiude il modo in cui funziona l’oggetto. Così quando il bambino disegna ci chiede la nostra conferma al suo schema che sta utilizzando, se questo non avviene, egli ricalca l’oggetto riformulando la domanda. Questo significa che al bambino non interessa l’assunzione della convenzione ma un processo per lui di assimilazione. Ci chiede principalmente di poterlo praticare. L’educatore, nel preparare il bambino a disegnare, deve praticare il processo del pensiero attivo alla volontà del disegno; deve compiersi una formazione intrinseca della volontà della mano e del corpo nel compiere la fisicità del gesto del segno; collegare tutti i movimenti possibili della mano o anche altre parti del corpo al nostro emotivo mentale. La mano è una parte del nostro corpo che compie infinite operazioni, ma anche i piedi potrebbero compiere questa volontà del segno, come altre parti del corpo. Questa fisicità va …