Concept, Fotografia
Leave a comment

Still life / L’illusione delle immagini

L’immagine che rimane racchiusa in un involucro estetico, è conoscibile o illusoria?

Perception of an object costs

Precise the Object’s loss-

Perception in itself a Gain

Replying to it’s Price-

The Object Absolute-is nought-

Perception sents it fair

And then upbraids a Perfectness

That situates so far-

Emily Dickinson

Se c’è uno sbilanciamento tra la configurazione dell’immagine con la sua struttura nella parola che sottendono al pensiero, cosa si copia una con l’altra?

alt="Edward S. Curtis"

Edward S. Curtis Apache, still life

Separare l’immagine dalle parole è possibile, quando l’estetica crea un “universo” di forme, quando le forme sono interconnesse talmente insieme, che separarle crea una frattura compositiva. La frattura estetica è invece quando l’aspetto illusorio si avvicina concretamente ad un equilibrio formale “necessario”.

Confondere l’arte con la realtà, è il riuscire a rendere l’immagine così concreta in una “posizione” irreale che ne vanifica la materia come concernente la posizione assunta nella composizione?

 

Fracture
Paola Ricci©Photo

La materia è inscindibile con l’immagine che la rappresenta, nella fotografia la materia riprodotta è concreta, se non è modificata con effetti e tecniche di ripresa e o di stampa, allora rimanda a un referente metaforico dell’immagine di origine.

L’illusione di una percezione di proporzioni della massa reale, aumentano la percezione di una utopica composizione?

Fracture
Paola Ricci©Photo

La fotografia nel Still life è un principio illusorio nella sua concreta disposizione. Nella realtà certi oggetti e certe masse non sono predisposti naturalmente a trovarsi in alcune posizioni.

La disposizione di “nature morte” di oggetti inanimati e con persone o animali vivi descrive un’azione di estetica illusoria dell’immagine.

 

alt="Andre Kertesz"

Andre Kertesz, Circus, Budapest,1920

Il Still life descrive senza parlare, determina una narrazione negata dove parlare è anch’esso lo specchio di qualcosa che si vedrà o non si può vedere.

La luce diffusa che non crei ombra e spessori eccessivi, imprime quella dimensione illusoria di essere un dipinto di qualcosa che non è mai avvenuto e che vediamo nella foto come un attimo immaginario.

 

alt="Albert Renger Patzsch"

Foxglove, Albert Renger Patzsch

E’ un ritratto formale se è inserito nella composizione un soggetto vivo, col preciso scopo di ritrarre coscientemente il soggetto.

La posizione seduta o di attesa è la posizione che si predilige per quale motivo?

Per dare un elemento di congelamento dell’attività del soggetto vivo, come se l’ambiente conglobasse la sua energia in un’entropia maggiore.

 

Fracture
Paola Ricci©Photo

Tutte le energie sono catalizzate sulla composizione, niente si muove perché le disposizioni dei vari elementi, determinano l’energia espressiva dello scatto fotografico.

Herbet Zettl:” La complessità senza ordine produce confusione. Come del resto l’ordine senza complessità produce noia”.

Ecco che ordine e complessità devono stare a guardarsi in uno scatto fotografico. I temi devono essere correlati tra loro in un filo sottile di complessità di relazione.

Allora il termine usato per descrivere uno Still life è di congelare la natura per poterla rappresentare, come una morte apparente che travalica il senso del tempo. Allora forse potremmo riportare una definizione di origine tedesca “natura silenziosa o vita silenziosa” (Stilleben)?

Still life
Paola Ricci©Photo
Composizione Ciuri

Forse la risposta a questi infiniti enigmi d’immagini e di staticità temporale può essere racchiusa in una definizione di Roland Barthes sull’immagine: “ Ciò che mi ferisce sono le forme della relazione, le sue immagini; o meglio, ciò che gli altri chiamano forma, io la sento come forza. L’immagine – come l’esempio per il soggetto ossessivo- è la cosa stessa. L’innamorato è dunque artista e il suo mondo è effettivamente un mondo alla rovescia, poiché ogni immagine vi ha la sua propria fine( niente al di là dell’immagine).”

Facebook Comments
Filed under: Concept, Fotografia

by

"lasciate nel sole questo brillare di stelle, come libere parole donate la luce, accompagnatele dove loro vogliono andare / let the dazzling stars shine, like words, to accompany them wherever they choose to go"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *