Disegno poetico, Lasciate fiorire i carciofi
Leave a comment

Lo sguardo nell’occhio

alt="Collage"

Le immagini che visualizziamo nei testi che leggiamo diventano come il predicato accanto al verbo essere; nella poesia questo avviene con una forza e un’evocazione diretta come una freccia scagliata addosso al bersaglio e il bersaglio è il nostro sentire. L’immagine prosaica è un mezzo d’astrazione, è dire “cocomero” invece di “testa”, è astrarre dall’oggetto una delle sue qualità.

Quando siamo davanti alla presenza di situazioni contrarie, la contrapposizione d’eventi opposti e la loro relativa descrizione, essi rappresentano il passaggio tra il sorprendere e risvegliare il senso della bellezza come può essere la chiarezza del giorno rispetto all’oscurità e la paura del buio.

 

La palma della mano
i datteri non fa,
sulla pianta del piede
chi si arrampicherà?

Non porta scarpe il tavolo,
su quattro piedi sta:
il treno non scodinzola
ma la coda ce l’ha.

Anche il chiodo ha una testa,
però non ci ragiona:
la stessa cosa capita
a più d’una persona.

Gianni Rodari

 

alt="Collage"

Collage
Paola Ricci©Photo

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *