Arte, Arte & Opere
Leave a comment

La variazione del bianco

“In ogni quadro è misteriosamente racchiusa una intera vita, una vita piena di dolore e di dubbi, di ore d’entusiasmo e di luce” W. Kandinsky

Racchiudere un colore è qualcosa che si può immaginare con la mente, ma lui non è circoscrivibile se non quando ci sono forme disegnate, lui si muove in tutte le direzioni e in tutti gli anfratti che rimangono aperti e  possono solo…. fluttuare come la via lattea che ormai noi non riusciamo più a vedere durante la notte per colpa dell’ inquinamento luminoso.

Il centro della Via Lattea non è visibile da molti punti della Terra, perché oscurato da uno strato di polveri molto dense proprio nella sua direzione condizionando la nostra vita intrapsichica.

La rappresentazione di oggetti nelle opere pittoriche s’impongono come equilibri tra espressioni cromatiche, che è una risultate di una dimensione intima della pittura se poi gli oggetti passano dalla rappresentazione reale a quella astratta fino a quella matematica si può raggiungere un alto livello di armonia. Rappresentare un albero o una mela per poi arrivare all’astrazione formale significa avvicinarsi all’”intimità” dell’immagine. L’evocazione di un’intimità di immagine   si avvicina alla variazione del bianco. L’alta luminosità del bianco appare senza tinta, ma nella variazione avviene la ricerca della “ulteriore” luce che lo illumini come uno specchio che guarda un altro specchio, come riflessi che si scontrano in altri riflessi senza abbagliare senza accecare, ma nel creare le “tinte” della variazione del bianco.

 

La variazione del bianco

Paola Ricci © Photo

 

“Alcuni colori hanno un aspetto ruvido, pungente mentre altri sembrano lisci e vellutati, che si ha voglia di accarezzarli” W. Kandinsky

Il bianco è la non superficie, è il non contatto, è la non materia, è il non peso, sembra che non esiste; eppure è il colore che quando ci alziamo ogni giorno ce ne nutriamo come non mai e il poter vedere la luce della luna, è per poter vedere le variazioni della notte.

 

3.La variazione del bianco

Paola Ricci © Photo

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *