Arte di scrivere, Scrittura
Leave a comment

La leggenda

“NINA Sono sola. Una volta ogni cento anni apro le mie labbra per parlare, la mia voce risuona tristemente in questo deserto ma nessuno la sente…Anche voi, pallidi fuochi, non mi sentite…

Voi, generati sul far del mattino dalla putrida palude, vagate fino al sorger del sole senza pensieri, senza volontà, senza fremito di vita. Temendo che in voi si rigeneri la vita, il padre della materia eterna, il diavolo, compie ogni istante in voi, come nelle pietre e nelle acque, uno scambio di atomi e voi mutate in continuazione. Nell’universo solo lo spirito rimane costante e immutabile.”  Il Gabbiano di Anton Čechov

Secondo una leggenda popolare, in tempi immemorabili c’erano dei folletti che vivevano  a  San Genesio, ma scorrazzavano per le foreste della valle mostrando poco rispetto per la natura.
Un giorno, per punizione, vennero pietrificati dalle forze divine, dando luogo a  bizzarre colonne.

 

La proprietà di Čechov a Melichovo

La proprietà di Čechov a Melichovo

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *