Lasciate fiorire i carciofi
Leave a comment

Il cibo del desiderio

“Se andate più avanti, troveranno una casetta di cioccolata!”

“Una casa di cioccolata – Intervenne Hänsel , che era molto goloso. -Dove, dove?”

“Presto la potrete vedere. È tutta colorata, piena di caramelle sulle pareti e sul tetto. È fatta di cioccolato, di torrone e marzapane…! È una delizia! Dentro troverete tutti i tipi di dolci”.

 

Hänsel e Gretel

Hänsel e Gretel

“Quello di cui voglio provare a parlare insieme con voi bambini è, come conoscendo meglio la parola e l’immagine si può diventare dei giocolieri che fanno volare nell’aria questi elementi che si mescolano nel cielo e ricadono nelle nostre mani in modo diverso per farci apparire mondi nuovi”.

La Bella e la Bestia

La Bella e la Bestia

Un po’ come avviene nelle fiabe, dove abbiamo un gatto che parla o vasi e piatti che parlano, come nella fiaba del “Gatto con gli stivali” e “La Bella e la Bestia”.  Così bimbi basta prendere delle caratteristiche di qualcuno e metterle a disposizione per altro, e così la parola diventa per gli animali un momento fantastico, mentre una tazza incomincia a camminare e a parlare perché un incantesimo ha imprigionato il corpo del maggiordomo in quella tazza.

Allora due parole che giocano, possono creare un mondo fantastico, ma anche una sola parola è in grado di farlo.

Il cibo invece, nelle fiabe, cosa può diventare ?

 

 Hänsel e Gretel

Hänsel e Gretel

“Le pietre del sentiero erano caramelle di tutti i gusti: mente, limone, banana, pino… Quando si avvicinarono alla casa si aprì la porta e una donna, vecchia e sdentata, lì incoraggiò. ”Avanti, entrate figlioli, siete giunti in tempo. Ho appena finito di fare questa torta che dice: “Mangiami!” Volete assaggiarla?
“Certamente! – Disse Hänsel , più deciso, come sempre, di sua sorella“.

Così i dolci nelle fiabe, sono funzionali a creare il paesaggio, a “costruirlo” veramente tale che le parole diventano “materia” pura e di desiderio.

 

 Hänsel e Gretel

Hänsel e Gretel

Il cibo è opulenza in Hänsel  e Gretel, ma anche traccia, appare e sparisce, per incantesimo e anche per gli eventi pericolosi che si presentano. Le metafore aiutano a compiere queste magie. Tutto avviene per la somiglianza dell’elemento con altro e il suo trasferimento sull’altro, la sua funzionalità è quello che li associa.

Così la casa della vecchietta è fatta di mattoni di marzapane e cioccolato, una pasta di mandorle che può prendere tutte le forme modellandola, e il cioccolato fuso prende forma in stampi costruiti; si muove la materia come una scultura per costruire la casa immaginata e desiderata.

Poi la preparazione del cibo può diventare oltre che desiderio, anche  il pericolo.

 

Hänsel e Gretel

Hänsel e Gretel

Sembra che fare vivere gli ossimori nelle fiabe, è uno strumento per aumentare la magia, ma anche il pathos di come gli eventi si svilupperanno.

Così il cibo che prima era desiderio per i bambini, Hänsel  e Gretel, diventerà il loro destino?

La strega pensa che saranno cotti al forno con le patate, cipolle, alloro e rosmarino come suggerisce il corvo alla strega della casa di cioccolata.

“Hänsel e Gretel, terrorizzati, ascoltavano increduli la ricetta dello stufato del corvo, di cui loro erano ingredienti principali.”

Qui il grottesco apre la mente all’immaginario agli scenari che si posso sviluppare da questo desiderio che la strega enuncia. Nel grottesco le emozioni sono diverse, si sta in una “confusione apparente”, il bambino leggendo può nello stesso tempo sentire la paura di cosa avverrà a Hänsel  e Gretel, ma anche la curiosità di come sarà preparato questo “cibo”.

In letteratura il grottesco è uno degli aspetti comici che nasce dallo squilibrio di una sproporzione voluta tra gli elementi rappresentativi e dal contrasto fra la drammaticità e la grandiosità della rappresentazione. Obiettivo di un personaggio è lo spirito parodistico o satirico nel quale lo scrittore lo immerge o con cui risolve inaspettatamente una situazione non comica.

Lasciamo sorprendere sempre e comunque o con tazze che parlano o con bestie che ballano con principesse, l’importante è  reinventarsi la vita comunque e sempre.

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *