Archeologia dell’Ingrediente, Cibo, Suono & Musica
Leave a comment

Il broccolo nell’ombra degli alberi

Vi è una certa somiglianza della pianta del broccolo  con  altro ?

Sembra così limpida  l’affinità a qualcosa che si eleva in alto nell’aria ….per ondeggiare e farci ombra, sono i grandi alberi dei posti soleggiati, dove il sole, senza di loro, sarebbe solo, nella sua luminosità infinita.

Quale è l’aspirazione di un albero ? Che ogni ramo si libri nell’aria per lasciare ondeggiare dall’aria che lo circonda. La melodia  della “Creation” di Haydn è in quella radura; si svelava si allargava alla vista di un occhio che stava sopra al grande ulivo, si spostava come una libellula trasparente tra una chioma e l’altra senza che nessun uccello si spaventasse anche perché le nuvole al suo passaggio si gonfiavano e si sbiancavano nell’azzurro della lontananza. Saltava la libellula  nel cielo dove l’occhio trasparente con rubini nell’iride riluceva di sfumature di Luna.

Van Gogh, Oliveto con nuvola bianca jpg

La struttura del Broccolo “ha una somiglianza”, combacia come il profilo inaspettato di quell’albero più grande e più alto “in cui la massa di rami e foglie è proiettata a costituire una superficie curva” J Ruskin; chi disegnava gli alberi conoscendone la natura di come si muovono nell’aria sono i botanici o quelli che lasciano che la loro mano sia sospesa nel perdersi di quel fogliame voluttuoso. La mano non deve essere tesa perché la ramificazione degli alberi non appaia appiattita ma vaporosa come quando la voce si espande e lo spumeggiare delle rotondità del Broccolo sembrano al tatto come le camminate su una crescita morbida del prato, quello appena spuntato dopo una pioggia improvvisa.

Quanto sembra lontano il tempo in cui quella morbidezza verde aveva viaggiato tra tante terre diverse, denominato “Cavolo di Cipro” nel medioevo, poi presente nei trattati arabi del XII secolo; il merito dei genovesi che l’importarono dall’oriente per farlo conoscere ai francesi per la coltivazione e la preparazione. Tutto parte da una denominazione che raccoglie diverse varietà di piante che è quella della Brassica oleracea, quello che nella sua curvilinea forma ricorda l’albero è la varietà del cavolo broccolo.

 

Brassica oleracea

 

Sicuramente la cottura a vapore è quella che meglio di altre è in grado di esaltare il sapore dei broccoli ed è la più comoda a casa, ma a livello professionale consiglio la cottura sottovuoto, ovvero sigillati in una bustina e cotti o in immersione o in forno a vapore; questo metodo è in grado di preservare inalterate tutte le proprietà salutari e nutritive. Mi si dirà che a molti non piace il profumo che emana nel cuocere. Come evitarlo? Semplicemente spremendo un limone nell’acqua di cottura.

 

Broccolo

Paola Ricci © Photo

Continuo ad ascoltare Haydn e il mio volo è ritornato ora sulle vette che incrociano le nuvole che veloci si spostano senza tregua, come vascelli si spostano senza l’acqua del mare e l’eco del loro fluttuare è talmente vaporoso che tutti i fringuelli si spostano e lasciano solo svolazzare le farfalle e le arance che galleggiano sul pulviscolo del mattino, tutto si gonfia come la mongolfiera che si disperde tra le curve delle colline ricche di giaggiolo giallo primaverile che scampanella negli  alberi fioriti degli ippocastani. Lasciami stare sotto questa distesa, per vedere questo fluire in cui mi perdo come una crema verdeggiante di broccolo, disteso sul bianco piatto insaporito dal biancheggiare di cipolle abbrustolite e col rossore piccante del peperoncino sbucciato al momento mi assaporo.

 

 

 

 

Facebook Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *