Concept, Scrittura
Leave a comment

Il bacio/ La sequenza più lunga

alt="Paola Ricci"

Perché quella scena di tre minuti, nel film Notorious,  è ritenuta ancora uno dei baci più erotici nella filmografia?

Forse per la bellezza dei due attori?

Forse per il prolungarsi dell’azione?

Forse per le inquadrature che sono state effettuate?

La scena inizia con l’arrivo in macchina in un luogo. I movimenti sono morbidi, quando lui esce dalla macchina e lei si sposta dalla stessa parte scivolando davanti al volate; lui tiene la porta aperta le sfiora il fianco  con un gesto morbido, le si volta con i  capelli che si muovono sul suo viso.

Poi  nell’appartamento continuano a mostrare  gesti  fluidi, rallentati, ma non lenti come se tutto fosse la conseguenza di una complicità acquisita in una normale giornata. I due si cercano con gli sguardi, i movimenti di entrambi  i corpi parlano.  Ora la musica è solo il suono del mare e dei clacson di macchine fuori dalla terrazza.

Nella terrazza i profili si sfiorano, la guancia di uno è a contatto con l’altra; le braccia non lasciano spazio tra i due corpi. Le pelli si toccano senza fretta, senza esuberanza o paura di perdersi, senza  nessuna pausa.

 

 

Il primo contatto delle loro bocche è nell’abbraccio e la cinepresa da distante  incomincia a ravvicinarsi  a chiudere lo spazio per rimanere sui visi. La linee dei due profili fanno vedere gli occhi che ridono in modo diverso; lei con il sole spalancato nei suoi occhi  e lui che accoglie questo sguardo osservando le sue labbra.

Continuano i baci ad alternarsi alle parole,  suoni lievi che ritmano  lo sbattere delle ciglia e i sali e scendi degli sguardi.

Rientrano nella stanza i corpi, non si dividono e i capi di entrambi sono piegati un verso l’altro per non perdere l’occasione per prolungare il bacio.

Il bacio  allora cosa è se non il cercarsi, toccarsi, non lasciare pause tra le labbra, non lasciare dubbi trai gli sguardi e lasciare che il desiderio alimenti  quello che avverrà, perché sta già accadendo.

Facebook Comments
Filed under: Concept, Scrittura

by

"lasciate nel sole questo brillare di stelle, come libere parole donate la luce, accompagnatele dove loro vogliono andare / let the dazzling stars shine, like words, to accompany them wherever they choose to go"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *