All posts filed under: Senza categoria

The Bra/Bif&st 2019

Per il ‘ Panorama Internazionale’ al Teatro Petruzzelli  per Bif&st 2019, il film ‘The Bra” di Velt Helmer del 2018. Il film è straordinario per la sua scelta di sviluppare una storia unica senza utilizzare i dialoghi e per tutti i 90 minuti non se ne sente minimamente la mancanza anzi si ‘ascolta’ come ogni personaggio riesca a esprimere con tale intensità ed ironia e caparbietà d’animo, la propria parte per tutto il film. Musiche sobrie e in sintonia con i suoni dei paesaggi e degli oggetti che risuonano per tutta la storia. Un fatto casuale porterà a sviluppare una storia singolare, divertente e coraggiosa. Il racconto è costruito attorno al personaggio principale che si muove in un mondo corale di diverse persone che si fronteggiano tra l’essere umani, generosi e aggressivi e pericolosi.   L’autista Nurlan sta andando a Baku per l’ultima volta prima della pensione. Durante il viaggio tra i quartieri della città un reggiseno blu si impiglia nei congegni del treno. Così per sfuggire a quello che sarà il suo cambio di vita …

alt="Polignano"

Polignano a Mare / Les années de pèlerinage

L’aquilone. Il ritornare a se. Andrea e Giulia erano tornati da alcuni giorni a casa, e non avevano ancora dimenticato neanche uno dei loro momenti passati insieme in quella vacanza. Riuscivano a rivivere vedendoli quei giorni trascorsi nei diversi luoghi che avevano incontrato in quel viaggio breve, ma infinitamente lungo come l’eco di un suono che rimbalzava sulle pareti delle montagne.

1.3 Il pettine -sega

Anna non riusciva ad alzarlo per quanto era grande e allora decise di trascinarlo; non riusciva a controllare il peso di questo grande oggetto e mentre passava nel bosco esso sradicava alberi che cadevano a terra sfiorando il corpo minuto d’Anna. Questo pettine gigante tagliava come se fosse una sega affilata i tronchi degli alberi, e quando Anna cadde a terra per la fatica di trascinarlo il suo sguardo si fermò sul tronco reciso, esso sembrava il cuore ……

L’arancia

La polpa dell’arancia mi appare come un fresco e morbido prato di mille piccole gocce di color arancio che variano dal caldo a caldissimo colore ormai rosso. Coltivato fin dall’antichità in Cina e Giappone, è dato per certo che poi furono gli Arabi a diffondere l’arancio in Asia minore, in Egitto, nel Nord Africa e nell’Europa. In Sicilia, durante la dominazione araba (IX-XI secolo d.C.) furono impiantati ……..