All posts filed under: Arte & Opere

Studiare la pittura, il disegno, la scultura, non è solo attraversare la storia dell’arte, ma anche una scoperta di una avventura per entrare nell’opera e cercare di toccarla con mano in tutti i suoi dettagli che diventano la fonte di una creatività soggettiva. La conoscenza di diverse correnti artistiche è la storia di personaggi che si possono ancora toccare da vicino. Spiegando la fluidità dei segni di Matisse o quelli pastosi di Van Gogh, liquidi e trasparenti gli acquerelli di Klee, le pennellate veloci e tremolanti di Monet o lo gocciolamento di Pollock ci avvicineremo all'”agire” dell’artista diventando uno strumento di creatività e una possibilità di esprimerci comprendendo anche la “rottura” che gli artisti compiono nel panorama dell’Arte moderna e contemporanea

alt="BiennaleArte2019"

Padiglione Austria / Biennale di Venezia 2019

Discordo Ergo Sum (Discordo quindi sono), questa frase è scritta al di fuori del Padiglione dell’Austria in questa Biennale Arte 2019. Una scritta in corsivo e in bianco data dall’artista austriaca Renate Bertlmann. Quello che fa scorrere alla mente è subito la sua riformulazione all’incipit del principio filosofico “ Cogito ergo sum” (Penso dunque sono).

alt="#BiennaleArte2019 "

Padiglione della Lituania / La Biennale di Venezia 2019

La Giuria internazionale della 58. Esposizione Internazionale d’Arte della Biennale di Venezia, composta da  Stephanie Rosenthal (Germania), Presidente di Giuria, è direttrice del Gropius Bau di Berlino, Defne Ayas (Turchia/Olanda) è una curatrice attualmente impegnata alla V-A-C Foundation di Mosca. Cristiana Collu (Italia), è direttrice generale della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma.

alt="Paola Ricci"

On line. Esplora

Carolee Schneemann  artista americana, nata nel 1939.  Carolee Schneemann ha studiato pittura a Bard College, Columbia University, e University dell’ Illinois. Nella fase iniziale, ha iniziato impostando i suoi quadri nel “movimento”, utilizzando meccanismi semplici e integrando fotografie e oggetti di uso quotidiano nelle sue Painting Construction. Il lavorare con quest’approccio costruttivo porterà a percorrere gli anni ‘60 in poi, l’idea della “linea pittorica che configura” il corpo, la sua sensualità, come un disegno. Sono le proiezione mentali di corpo-segno, manufatto e azione pittorica che vanno a manifestarsi. La linea risultante dell’azione del corpo non esiste se non si manifesta il corpo stesso così come nell’opera “Up to and Including her Limits” (1973-1976) In un commento su quello che lei ha descritto come “il processo di verniciatura finalizzati al fisico” come in Jackson Pollock, ha segnato le pareti e il pavimento in un involucro di carta coperto, con i pastelli,  lei sollevata e abbassata se stessa e a stretto contatto ad un chirurgo albero, in bilico appena sopra la superficie del disegno. Il lavoro registra le …