Month: Marzo 2016

Rosso

“Se vuoi il suo colore, prendilo e assicurati di possedere quel colore, e non un compromesso infido, mediocre e spurio, con le tinte sbagliate e forme tutt’altro che ingiuste “ John Ruskin. Mi piace riportare questa frase tratta dal libro di Ruskin “Gli elementi del disegno” per parlare del colore del Rosso. Questo colore va posseduto perché è pura vita che spesso senza…….

L’arancia

La polpa dell’arancia mi appare come un fresco e morbido prato di mille piccole gocce di color arancio che variano dal caldo a caldissimo colore ormai rosso. Coltivato fin dall’antichità in Cina e Giappone, è dato per certo che poi furono gli Arabi a diffondere l’arancio in Asia minore, in Egitto, nel Nord Africa e nell’Europa. In Sicilia, durante la dominazione araba (IX-XI secolo d.C.) furono impiantati ……..

Richard Long (1945)

Operare sulla terra, lavorare sul suolo, forse non poteva proprio mancare la “ Land Art” con quello che avviene sulla terra e ciò che fa l’uomo per alimentare il suo corpo; nutrire anche la mente ed con la Land Art questo è avvenuto a meta circa degli anni sessanta. L’artista agiva direttamente sulla terra come chi ama coltivarla per darci frutti che ci regalano, oltre al nutrimento, anche il piacere. Gli artisti andavano a cercare …….

1.2 Il pettine-sega

La nebbia scendeva a valle incuneandosi nel profilo e nella dorsale della montagna e sembrava una lunga lama dentellata morbida e avvolgente e ormai aveva raggiunto anche il corpo d’Anna. I canaloni della montagna apparivano ricolmi di torrenti sassosi e morbidi tappeti verdi che si muovevano come creste leggere di un mare calmo. Anche le foglie dei cipressi si disponevano come tante ondulate frastagliature che scendevano a terra e sembravano…….

Il peso della luce

Il peso rimane indissolubile dalla materia e dal bordo della terra, o piano d’appoggio. Il non contatto col piano, rende ossimoro il peso che come luce galleggia. La materia è sospesa e il contatto è l’ombra; la luce del buio tocca il disegno della materia. Il peso della materia è la luce che disegna i profili con spessori e rilievi di materia. Quante volte osserviamo……

La durata dell’Universo

Nella “durata” l’universo si raffredda, perde calore. Questa materia è oscura, tattile, invisibile e perde il calore e si trasforma in colore del buio? I passaggi della durata sono transiti cromatici, il tempo è la cromia dello spazio negli universi conosciuti e sconosciuti al mondo dei nostri occhi? Se noi ci ponessimo davanti a un fondale nero, non potremmo vedere cosa c’è oltre, oltre lo spazio dell’oscuro cui immaginiamo un nero. Questo nero è denso ? o attraversabile? Come appare un nero trasparente e quindi attraversabile? Se l’universo cresce, aumenta anche nella “durata” dello spazio e diventerà tutto trasparente? Il freddo che si muove nello spazio è una sensazione che ha materia? Forse si vagherà nel ghiaccio dello spazio in forma gassosa. Il Gas che si ghiaccia prende forma? O vaga in forma libera? Se la densità della materia è maggiore di un valore critico dato dalla velocità di espansione nello spazio della densità, avremo universi chiusi perché lo spazio s’incurva e si chiude su se stesso, se la densità è minore, è minore del valore critico …

Carciofo romano

Si potrebbe viaggiare per l’Italia alla ricerca delle diverse varietà del Carciofo e vederlo anche fiorire nella sua bellezza di colori che vanno dal viola intenso al viola ciclamino fino al bianco appena bluastro. Trovando questi colori però allora non potrai più mangiarlo ma mirarlo come profumo nuovo e un fiore per molti sconosciuto. La mitologia greca narra la nascita del carciofo attraverso la leggenda di Cynara, una ninfa……..